Associazione Italiana Cavalieri Endurance

Protesta n°3

Pubblichiamo altra lettera di protesta ricevuta nei giorni precednti. Ero al Campionato Italiano (a squadre sic!) sabato e riporto ciò che ho visto e solo ciò che ho visto. Ho visto cavalli trottare anche tre volte ai cancelli veterinari (vet indecisi?). Ho visto un cavallo  non trottare all’andata e che al ritorno veniva coperto, nell’eventuale visuale, ai veterinari da un omone e passare la visita, zoppo?diritto? Boh! Ho visto un cavallo a fine gara provare il trotto nel corridoio di fronte a Zuccolo, indubbiamente zoppo sull’anteriore sinistro, l’ho rivisto poi trottare in visita con capezza corta, testa girata e passare la visita; ma la capezza non deve essere lenta e la testa del cavallo libera? boh! Ho visto cavalli eliminati per zoppia e francamente mi parevano dritti come lame,“certi veterinari vedono cose che noi umani non possiamo neanche immaginare” (rubata da Blade Runner). Ho rivisto poi i video dei trotti e si possono vedere anche su facebook, ma la “B” in andatura si da solo agli amici (e come si diventa amici anche solo su facebook?) Ho visto ingorghi per fare una visita di reispection, e non solo, di 10 minuti e più . Ho visto cavalieri della 90 sbagliare strada (può capitare) rifare i km tagliati e rientrare in classifica, mentre cavalieri in 160 sbagliare percorso recuperare i km ed essere relegati ultimi, DUE PESI E DUE MISURE? Premetto che sono  più di 20 anni che faccio endurance e che ho partecipato ad una ottantina di gare, qualche trotto l’ho visto. Cosa bisogna fare? Portare la telecamera e filmare tutto, denunciare o applaudire alla premiazione facendo finta di niente? OPPURE SMETTERE?! Ecco forse smettere! HO VISTO! Ho visto fin troppo per una gara FEI e non vorrei più vedere queste cose. P.S.un complimento particolare ad Andres con il cavallo migliore e il più veloce. Bravo ! Lettera...

Protesta n°2

Giovedì, 19 Settembre 2013 Egr. Dott., le scrivo a nome della KP Endurance Alessandria, squadra di endurance piemontese che ha due binomi qualificati per la finale Unire. Ci sono giunte voci sull’intenzione di disputare la finale in Sardegna in concomitanza con la Coppa delle Regioni. Siamo assolutamente contrari a tale soluzione che ci impedirebbe, per i costi, il tempo e la stessa salvaguardia dei nostri giovani cavalli, la partecipazione a tale manifestazione. Lo stesso avviene per altri binomi piemontesi e delle regioni vicine nonchè, crediamo, per i binomi siciliani che dovrebbero partire la domenica prima per mancanza di traghetti durante la settimana. Poichè non vogliamo pensare che vi sia un interesse extra agonistico nel favorire i binomi di una sola regione, le chiediamo di valutare altre soluzioni ovviamente anche in date diverse. Infatti è assolutamente impensabile che a tre settimane dall’ipotetica partenza ancora non ci siano notizie certe, la preparazione di un cavallo, per di più giovane, non può essere improvvisata. Grazie dell’attenzione Avv. Cristina...

Protesta N° 1

Abbiamo ricevuto svariate lettere di protesta con la preghiera di pubblicarle in relazione agli ultimi avvenimenti agonistici e i prossimi a venire. Pubblicheremo anche per sottolineare a chi di dovere un disagio ormai più che palpabile nell’endurance. Redazione   Mail inviata dalla KP endurance Alessandria al Commissario Fise prima della gara di Provaglio e alla quale non abbiamo avuto nessuna risposta: Quale presidente della Kp Endurance Alessandria e a nome di tutta la squadra, che conta nelle sue fila ben 19 cavalieri e 20 cavalli di cui 7 qualificati per le gare FEI, mi rammarico della completa mancanza di programmazione degli attuali responsabili del settore endurance sfociata da ultimo nello spostamento della Coppa delle Regioni, Finale Campionato Assi e Anica ad Arborea e nella collocazione del Campionato Italiano a squadre durante la gara di Provaglio di Iseo dandone comunicazione solo in data 19 settembre 2013 come si evince dal Sito della Fise. Giovedì, 19 Settembre 2013 15:50 ENDURANCE: A Provaglio D’Iseo il Campionato italiano a squadre di  Enrico Perez Il Dipartimento Endurance informa che in occasione del CEI in programma il 5 e 6 ottobre prossimo a Provaglio D’Iseo (Bs) si svolgerà anche, per la prima volta in Italia il Campionato Senior a squadre sulla distanza di 120km. La nostra squadra, debitamente informata tramite le comunicazioni ufficiali avrebbe potuto schierare tre o quattro binomi in tale competizione cosa che invece non può avvenire per lo scarso preavviso e così è sicuramente per altre squadre. Avviene così che amici e conoscenti formino dei sodalizi occasionali per prendere parte a tale Campionato che così perde tutto il suo significato, anche in considerazione del fatto che le squadre verranno dichiarate all’atto dell’iscrizione. Competizioni nazionali di tale livello devono prevedere delle preiscrizioni con dichiarazione delle squadre in anticipo al fine di dare un senso compiuto alla...

Protesta

Su richiesta dell’interessato pubblichiamo.    Mancata convocazione ai mondiali Juniores di Tarbes di Revelant Ortensia su Ghibli   La presente per comunicare il mio rammarico per quanto in oggetto. Dopo mesi di selezione in data 07/06/13 il tecnico Angela Origgi ha emesso un comunicato con il quale si diceva che i cavalli prescelti non potevano partecipare ad altre gare successive alla pubblicazione dell’elenco di selezione, elenco che è stato emanato in data 11/06/13. Nella snervante attesa di comunicazioni i primi di Giugno ho preso impegno per far partecipare Ghibli alla gara di Numana (gara di 120km CEI2*) che si sarebbe svolta il 16/06/13. In data 11/06/13 viene comunicato l’inserimento di Ghibli nell’elenco dei cavalli selezionati ma a quella data avevo già preso impegni per effettuare la gara; essendo una persona seria ho mantenuto l’impegno preso. Nel periodo successivo alla comunicazione della selezione, due binomi sono stati esclusi; in seguito il 18/07 anche Ghibli è stato escluso riducendo il numero dei binomi partecipanti a soli quattro dei cinque previsti. A seguito di questa esclusione, ho chiesto alla Sig.ra Origgi di far comunque gareggiare Ghibli, ma la stessa si è rifiutata di tornare nei propri passi dicendo che avendo partecipato alla gara del 16/06, il cavallo era escluso dalla selezione. Aldilà della comunicazione della Sig.ra Origgi del 07/06 e del 11/06, le normative FEI 2013 (punto 5.5 Riposo obbligatorio  per categoria CEI2*) prevedono un periodo di riposo tra le competizioni di 18 giorni; anche partecipando alla gara di Numana, Ghibli avrebbe avuto 44 giorni di riposo prima di partecipare alla gara di Tarbes, prevista il 27/07. Le normative internazionali sono state ignorate? Sono considerate inutili rispetto alle indicazioni della selezionatrice Sig.ra Origgi?   Mi auguro che la squadra italiana abbia un ottimo successo, sperando che la decisione così rigida e fuori da ogni norma della selezionatrice non condizioni il risultato finale della gara, visto che nonostante la disponibilità di Ghibli è stato scelto di partecipare con quattro binomi anziché cinque.   Tanto mi sentivo di mettere a conoscenza della direzione Endurance e di tutti gli sportivi italiani.   Cordialmente   Mercati Steno Proprietario di...

Copyright Freendurance © - Realizzato da ABWebdesign - Privacy Policy