Associazione Italiana Cavalieri Endurance

SARDEGNA LIFESTYLE …poco poco al via!

30 Agosto Domani Gara !!!! Stamane di buon’ora, anzi ad un’ora indecorosa (6.00 ) noi dei Fuoriusciti Endurance Team e il gruppo della Sicilia Kublas Endurance Team abbiamo sistemato la nostra attrezzatura (secchi, spugne, cavalletti e quant’altro…) il più possibile a ridosso del vet gate. Arrivo, partenza, vet gate, gazebo bianchi, area espositiva il tutto raccolto e concentrato in uno spazio ristretto ma adeguato al numero dei concorrenti, pare proprio una bomboniera incorniciata da pini marittimi che gradevolmente ombreggiano tutta la zona. Bene o male è tutto pronto, auto caricate e spazi d’assistenza preparati, i due team collaboreranno all’assistenza e, ulteriore freccia all’arco di Salvati/Don Pera e Racalbuto/Shemila, sarà oltre all’esperienza delle 16 persone che compongono i due gruppi la competenza dalla Dottoressa Marzia Corbo. —————————————————————————————————————————————————————- 29 Agosto Oramai manca veramente poco al via a questa gara che a buon ragione potrebbe diventare una classica nel panorama dell’endurance. Ma andiamo per ordine a raccontare  le tappe di avvicinamento, inclusi i pro e i contro di questa avventura  che speriamo si concluda  positivamente per il nostro cavallo e per noi. Partiti il 23 Agosto da Bergamo verso le 17.00 ci si dirige a Genova e in un paio d’ore siamo all’imbarco. All’ ombra del traghetto, in attesa di salire facciamo scendere il cavallo del trailer per farlo sgambare un pò fra auto, TIR, e curiosi con macchina fotografica. Sono un pò preoccupato: ci fanno salire per ultimi, ma riesco a piazzare il trailer davanti a delle ventole che garantiranno una, spero, adeguata aereazione al cavallo sebbene il rumore sia francamente fastidioso. Per qualche minuto Don Pera s’innervosisce, occhi sbarrati, orecchie tese e dritte a domandarsi cosa diavolo succeda, poi riprende a mangiare il suo fieno. Saliamo in cabina e a mezzanotte  accompagnati da un membro dell’equipaggio si va a controllare il cavallo, è tranquillo, non suda, mangia e beve, tranquillizzato sopratutto io e l’assistenza, ci dirigiamo alla nostra cabina. Alle 8 in punto sbarchiamo a Porto Torres, pieno all’auto e sgambata di mezz’ora al cavallo una pulita al trailer e in un paio d’ore siamo a destinazione. Arborea una piana infinita con campi di granturco ad libitum, pare d’essere nella bassa bergamasca,tante stalle piene di vacche, coltivazioni ovunque e ville sparse con annessi capannoni, scopro poi che questa è zona di Veneti insediati da tempo su queste fertili terre ricche di acqua. Finalmente scarichiamo Don Pera e tutta la nostra attrezzatura, la struttura è veramente immensa, i box grandi e aereati in modo ottimale, siamo i primi ad arrivare e veniamo accolti...

Sardegna Endurance lifestyle 2013

Ci siamo,un mese alla gara, poco più di 20 giorni alla partenza, non si vede l’ora di caricare trailer ed auto di tutto quel che serve e delle mille altre cose che inutilizzate faranno un viaggio inutile… ma non si sa mai possano servire. Una lunga  speriamo piacevole trasferta ci aspetta e sicuramente lo sarà dal 23 agosto al 31, noi in spiaggia e il cavallo a recuperare quel poco che perderà nell viaggio, abbastanza impegnativo,  di andata, ma in  una settimana di acclimatamento, con sedute di lavoro leggero speriamo di recuperare la forma migliore per affrontare adeguatamente questa 120km veloce. Gli organizzatori, con i quali ho fatto due chiacchiere, mi hanno assicurato un percorso assolutamente pianeggiante con dei terreni ideali a medie elevate, bisognerà poi vedere anche le temperature che il 31 ci faranno compagnia, spero, nel caso, nel vento che potrebbe aiutare non poco in caso di sole a picco. Insomma gara veloce ma da affrontare con “grano salis”. Certo che l’idea di farci una settimana di vacanza in Sardegna prima della gara ci alletta non poco e già i programmi su come impegnare il nostro tempo si sprecano, del resto quella zona della Sardegna offre di tutto e di più. Dalle spiagge bianche e infinite, a calette solitarie, a siti archeologici affascinanti, per non parlare dell’ interessante e particolare enogastronomia che  io facendo assistenza testerò in modo da approfondire ulteriormente le mie già discrete conoscenze in materia. Le convenzioni effettuate dal C.O. con Tirrenia e con il Resort Horse Country permettono di affrontare in modo adeguato da un punto di vista anche economico questa interessante trasferta.In particolare il Resort Horse Country offrirà a prezzi veramente interessanti una struttura, dei servizi e un organizzazione impareggiabile, i Video e le Foto che potrete visionare sul sito dedicato sono da fiaba (www.horsecountry.it).         Il 31 agosto la gara, l’attesa e’ ancora lunga, “io spero me la cavo” e che i giorni di relax che precederanno la Kermessee stempereranno la giusta ansia da prestazione(faro’ una capatina al centro benessere e chissa’ che non mi diano una mano). Sarebbe bello ritrovarsi alla sera al Gran Gala(aperto a cavalieri e assistenze) organizzato a bordo piscina presso il Resort Horse Country dal C.O.con un buon piazzamento,a raccontarci la gara fra cavalieri ed assistenze ,a raccontarci di cavalli e di storie di cavalieri, con nuovi e vecchi amici e ad applaudire i premiati e consolare chi…. non voglio scriverlo… io vorrei arrivassero tutti e bene....

NUMANA… gran gara

96 partenti, 16 in CEI1* e 80 in CEI2*.. Tanti,veramente tanti in CEI2*, mai visto in Italia una tale partecipazione, mai visti tanti nomi noti e non ad una 120 km, credo ci fosse quasi tutto il parco cavalli in carriera qualificati per questa categoria. Che dire di questa gara? Spesso criticata in passato e non so a quale titolo, per me è la seconda volta che partecipo ad una gara  indetta da questo C.O. e francamente ho poco da criticare. Numana, proprio ai piedi del Conero, un posto da favola fra mare e colline, fra il verde dei prati e l’oro dei campi di grano, ad ogni sommità di collina ti si presenta in basso l’azzurro di questo mare che ti lascia stupefatto, è un continuo di quadri paesaggistici da lasciare senza fiato, e sul fiato dei nostri cavalli questa serie di colline avranno non poco impatto, chissà perchè mi aspettavo una gara in piano, tranne l’ultimo anello di 24 km, la gara era un saliscendi continuo. Si parte a fianco della spiaggia da una struttura veramente apprezzabile sia da  un punto di vista organizzativo, che estetico; i grandi tendoni bianchi ben impattano con la vicina spiaggia, i box per i cavalli defilati, poco visibili ma vicini all’arrivo. Un grande tendone bianco a disposizione delle assistenze permette a cavalli e cavalieri di usufruire di posto all’ombra, e con il sole che picchia non è poco, il ghiaccio non viene lesinato ed è un vero toccasana per i cavalli, acqua a volontà e vicina al Vet Gate; l’impressione è che il tutto sia organizzato da gente che sull’argomento ci marcia… e non poco! La gentilezza del personale, gli “armadi” con i cappelli bianchi, che ti aspetti rudi e ruvidi, sono invece sempre gentili e disponibili veramente squisiti. Ma la gentilezza e la squisitezza viene dal capo, dal Deus ex machina di questo evento; esempio? La mia fantina arriva giovedì pomeriggio e viene accolta dal Sig. Laliscia che le da tutte le informazioni del caso, l’accompagna al box e la scorta addirittura per un tratto del percorso gara a sgambare il cavallo. Beh… Sig. Laliscia, io devo ringraziarla per aver fatto sentire una regina la mia giovanissima fantina e le assicuro non è stata cosa da poco per lei… La più giovane (Aurora Salvati) concorrente in CEI2* intimorita dalla splendida location e dai mostri sacri presenti. Per concludere, quest’anno sono andato a Fontainbleau e sono rimasto stupito dell’organizzazione e del posto, ma devo dire che la gara di Numana non...

Copyright Freendurance © - Realizzato da ABWebdesign - Privacy Policy