Associazione Italiana Cavalieri Endurance

Pace firmata fra FEI e UAEE

1316423879148

27 luglio 2015
Il FEI Ufficio di presidenza ha approvato all’unanimità l’immediata reintegrazione della Federazione Nazionale Emirati Arabi Uniti per la piena adesione della FEI dopo la firma di un accordo giuridicamente vincolante tra le due parti in cui l’Emirates Equestrian Federation (EEF), garantisce che il benessere del cavallo saranno pienamente rispettate e che il regolamento FEI saranno rigorosamente eseguite in ogni gara di endurance, sia nazionali che internazionali.
L’accordo è stato firmato dal Presidente FEI Ingmar De Vos e Segretario Generale Sabrina Zeender, e EEF Presidente SE Sheikh Dr. Sultan Bin Khalifa Bin Zayed Al Nahyan e il segretario generale Taleb Dhaher Al Mheiri, e Mohammad Al Kamali, Segretario Generale degli Emirati Arabi Uniti Nazionale Comitato Olimpico.
L’EEF era stato provvisoriamente sospeso dalla FEI Bureau a metà marzo a seguito di un’inchiesta da parte del FEI in questioni relative al benessere del cavallo importanti e non conformità alle Norme in Endurance negli Emirati Arabi Uniti FEI.
Dopo la sospensione e su richiesta del FEI di presidenza, la EEF ha proposto un ampio elenco di azioni che si impegnano a risolvere i problemi. Questi sono stati integrati in un progetto di accordo che l’EEF inviato alla FEI ai primi di giugno. Il FEI Bureau ha accolto all’unanimità le proposte, ma ha informato la EEF che più aree necessarie da coprire prima che l’accordo che consentirebbe la sospensione provvisoria da sollevare potrebbe essere firmato. Le due parti hanno trascorso le settimane intermedie e la revisione dei termini del contratto.
Secondo i termini chiave del contratto, l’EEF deve garantire che:
I protocolli sono messe in atto al fine di evitare incidenti mortali equini;
Periodi di riposo applicabile viene rispettata;
Cavalli su periodi di riposo sono bloccati da ingresso ad eventi nazionali (il sistema FEI già blocchi voci in eventi internazionali);
L’utilizzo di somministrazione di liquidi vietata e sostanze vietate a norma della FEI Equine Antidoping e Regolamento Medicazioni controllati (EADCMRs) dentro e intorno al campo di gara .
È impedito la sostituzione vietato di cavalli;
Veicoli vietati sul campo di gara viene impedito;
Ogni individuo o cavallo sospeso dalla FEI è bloccato automaticamente dal sistema informatico EEF di competere in eventi nazionali;
Il ruolo e l’autorità dei funzionari nell’esercizio delle loro funzioni sia rispettata in ogni momento;
Formazione e istruzione di atleti, allenatori, personale di supporto, Federazione Nazionale Personale utenti registrati e stabile Veterinari viene condotta prima dell’inizio della stagione 2015/2016 Endurance nel mese di ottobre;
Norme FEI di pubblicare mortems sono rispettate e, se possibile, la stessa procedura si applica nel caso di infortuni mortali in concorsi nazionali;
Un cittadino indipendente Governance Advisor, approvato dalla FEI è nominato;
I conflitti di interesse siano evitati;
La distribuzione di premi in denaro è in accordo con la FEI ha approvato programma;
Regole per eventi nazionali Endurance negli Emirati Arabi Uniti sono pienamente conformi con il Regolamento FEI.
L’EEF fornirà mensilmente i rapporti durante la stagione 2015/2016 sulle misure adottate per garantire il costante rispetto Regolamento FEI scritto, e si impegna a rispettare tutte le ulteriori raccomandazioni formulate dalla FEI. In seguito al completamento della stagione 2015/2016, la EEF fornirà report ogni richiesta da parte del FEI.
Inoltre, l’EEF sosterrà un progetto di ricerca per valutare le cause degli infortuni legati alla progettazione di corsi desert resistenza. Endurance formatori saranno obbligati a collaborare con questo progetto di ricerca.
L’accordo descrive inoltre la nuova normativa che è stata introdotta negli Emirati Arabi Uniti che proibisce il commercio o l’uso di sostanze vietate in corse di cavalli e sport equestri nel paese e le sanzioni che verranno imposte per le violazioni.
“Siamo molto lieti che, dopo quattro mesi di lavoro molto duro, gli Emirati Arabi Uniti hanno dimostrato con la firma di questo accordo che essi sono pienamente impegnata a garantire il benessere del cavallo e conformi alle regole FEI a livello internazionale e nazionale del paese “, il Segretario Generale FEI Sabrina ha detto. “Sono assolutamente impegnati a fare questo lavoro in modo che possano tornare a giocare ancora una volta un ruolo attivo e di primo piano nella Resistenza e, per dimostrare che l’impegno, hanno incluso più alto organo sportivo degli Emirati Arabi Uniti, il Comitato Olimpico Nazionale, nel contratto. ”
“Siamo molto lieti che il FEI Ufficio di presidenza ha deciso all’unanimità di revocare la sospensione in base alle notevoli azioni e soluzioni che abbiamo messo in atto insieme”, il segretario generale Taleb EEF Dhaher Al Mheiri detto. “Continueremo a lavorare con loro per garantire tutte le loro esigenze vengono applicate nelle gare di durata attraverso gli Emirati Arabi Uniti. Mentre l’organo di governo degli sport equestri negli Emirati Arabi Uniti ci prendiamo sul serio la nostra responsabilità. Il nostro obiettivo è di perseguire l’eccellenza, promuovendo al contempo la crescita di questo sport e salvaguardare il benessere degli equini e umano atleti. ”
Separatamente, il FEI aveva commissionato l’Unità Equestrian Community Integrity (ECIU) di condurre una vasta inchiesta sulle accuse di eventi fasulli e duplicare i risultati negli Emirati Arabi Uniti. Queste affermazioni non sono state prese in considerazione quando la FEI Bureau ha imposto la sospensione, e sono stati trattati in modo indipendente, ma le disposizioni sono state inserite nell’accordo di prevenire eventi simili in futuro.
L’EEF ha collaborato pienamente con l’inchiesta e il rapporto dettagliato è stato ora ricevuto dalla FEI. Il report è attualmente in fase di revisione da parte FEI e un file sarà sottoposta al Tribunale FEI per ulteriori azioni. Saranno prese sanzioni contro qualsiasi funzionari FEI trovano ad essere coinvolti. Inoltre, il FEI annullare tutti i risultati duplicati e rivedere tutti i risultati collegati.
Allo stesso tempo, il Comitato Endurance EEF ha condotto una propria indagine sulle accuse e ha sanzioni agli organizzatori e personale EEF che si trovano ad essere coinvolti autorizzato. L’EEF sta attualmente ristrutturando le proprie politiche organizzative per garantire che tali eventi non si verifichino di nuovo e metterà le regole in vigore per tutti i futuri eventi FEI in base alle quali sia la Federazione Nazionale o il Comitato Organizzatore deve fornire tutte le attrezzature, tra cui il sistema di cronometraggio.
L’EEF accetta che il FEI avrà il diritto di imporre sanzioni in caso di mancato rispetto di tutti i termini del contratto. Tali sanzioni includono, ma non sono limitati a, la reintegrazione immediata della sospensione e la revoca della assegnazione delle 2016 FEI World Endurance, che sono che si terrà a Dubai a metà dicembre del prossimo anno.
L’accordo rimarrà in vigore per un periodo di tre anni. Durante questo periodo, il FEI e EEF si riunisce almeno una volta all’anno per un esame approfondito, oltre alle relazioni mensili scritte richieste dall’accordo. Il FEI si riserva il diritto di prorogare il termine del contratto, se del caso.

Share Button

Articoli correlati:

Grande sintonia tra Fise e Freendurance
Protesta
Commissione Endurance Partorisce

Leave a Reply

Copyright Freendurance © - Realizzato da ABWebdesign - Privacy Policy