Associazione Italiana Cavalieri Endurance

Dalla Medaglia d’oro del Campionato d’Europa… alla President Cup nel deserto di Abu Dhabi

di Chiara Rosi

Il sito di Freendurance è finalmente realtà e da oggi sarà parte della nostra disciplina. La sua voce sarà una finestra che si aprirà in un mondo in continua evoluzione, con tante questioni da risolvere ma anche con tanto entusiasmo che contribuirà al miglioramento del nostro settore, dei nostri cavalieri, dei nostri cavalli e degli obbiettivi da raggiungere.
Trovare un articolo di apertura degno di un’inaugurazione, in questo momento, è molto facile.
Nella stagione appena conclusa, infatti, una giovanissima amazzone in sella ad un fortissimo cavallo, nato in Sardegna, ha conquistato la medaglia d’oro individuale ai Campionati Europei che si sono disputati in Belgio l’8 Settembre 2012. Lo stesso binomio, inoltre, ha contribuito a vincere la medaglia d’argento a squadre per il Team Italiano. Due medaglie importanti che l’endurance aspettava da tanti anni e che hanno incentivato junior e senior a credere sempre di più nei nostri cavalli, nelle nostre potenzialità e nella nostra Federazione.
Intervistare Mara Feola ed i proprietari di Grigali, Anna Teresa Vincentelli e Maurizio Muntoni, mi sembra un ottimo portafortuna per l’apertura del sito e non nego la felicità di rivolgere alcune domande a dei professionisti del settore, a degli uomini e donne di cavalli e a degli amici.

allevamento-del-ma

Allevamento del Ma, Santa Teresa di Gallura

Conosco perfettamente l’allevamento del Ma’, perché, fortunatamente, nel corso di questi anni ho visitato le scuderie del Ma’ immerse nel cuore di Santa Teresa di Gallura, ho ammirato le fattrici correre con i loro puledri negli interminabili pascoli ed ho avuto anche la possibilità di montare i cavalli dell’allevamento, sia in passeggiata costeggiando le stupende Bocche di Bonifacio, sia in sezioni di allenamento nella pista adiacente alle scuderie.
L’allevamento del Ma’ mi ha confermato che niente avviene per caso. La filosofia di Maurizio e Anna Teresa è tanto semplice quanto efficace.
Linee di sangue scelte accuratamente, una mirata selezione delle fattrici e degli stalloni, uniti alla dedizione e al costante e professionale lavoro di tutti i giorni, alla fine hanno dato i meritati frutti e la medaglia d’oro al Campionato d’Europa ne è stata la prova concreta. Questo risultato non ha determinato la fine di un lavoro ma solo l’inizio di un nuovo percorso. Mara, infatti, parteciperà alla prestigiosa President Cup di Abu Dhabi.
Abbiamo letto tantissime interviste di Mara ma è impossibile stancarci dei racconti di questa formidabile ragazzina.
Inizio proprio con alcune domande per Lei.

Rivivi insieme a noi l’ultimo giro del campionato d’Europa, raccontaci come sei riuscita a lasciare tutti dietro di te e soprattutto in che modo Grigali ha affrontato gli ultimi km di gara.
Sono partita molto concentrata, avevo circa 1 minuto dal primo. Grigali era in ottima forma, fresco, come sempre grintoso e non accusava nessun sintomo di stanchezza. Ho ripreso il gruppo dei primi e dopo mi ha raggiunta Luca Zappettini con il quale abbiamo fatto un vero e proprio gioco di squadra. Poco prima dell’arrivo abbiamo deciso che spettava a me fare la volata, dato che, il mio cavallo era pronto ed in grado di giocarsi la gara. Grigali ha affrontato la volata con la mentalità di un vero e vincente cavallo da corsa, qual è.
A chi dedichi questa medaglia? E chi vuoi ringraziare?
Dedico questa medaglia ai miei genitori, che in questi anni mi hanno sostenuta ed incoraggiata a proseguire in questa meravigliosa disciplina. Ringrazio in particolar modo Anna Teresa Vincentelli e Maurizio Muntoni titolari dell’Allevamento del Ma’, che credono in me ed ai quali devo il mio avvicinamento e la mia passione per questa disciplina.

Sei la Campionessa Europea Juniores in carica, come vivi questo momento?
Vivo questo momento con grande felicità e soddisfazione. Continuo come sempre ad allenarmi e impegnarmi come ho fatto prima di questo risultato, però affronto le gare sentendo di più la responsabilità.

Un risultato del genere non viene sicuramente da solo. Immagino che tante persone abbiano contribuito al raggiungimento di questo traguardo. Chi vuoi ringraziare?
Ringrazio prima di tutti Grigali, senza il quale non avrei vissuto questa bellissima esperienza, la mia squadra dell’Allevamento del Ma’ per la quale monto e i miei genitori che immancabili, mi seguono sempre in gara.

fattrici-del-ma

Maurizio e una fFattrice dell’allevamento del Ma

A questo punto sono d’obbligo alcune domande, all’Allevamento del MA’, da cui proviene Grigali, e quindi ai loro proprietari. Anna Teresa e Maurizio, parlateci del vostro Allevamento: quando è nato, quanti cavalli ne fanno parte e come gestite la duplice attitudine GaloppoEndurance.
L’ allevamento nasce nel 1995, dopo anni di esperienza sia come equitazione di campagna che sportiva -trec ed endurance – . È nel 1990 che Maurizio acquista la prima psa , Karaba nonché nonna di Grigali, che dopo i primi buoni risultati sportivi inizia a far nascere in noi, sotto forma di sfida, il desiderio di ottenere dei soggetti competitivi sia per il galoppo che per l’endurance. Da qui i viaggi in Francia….. conoscenza tra i più grossi Allevatori francesi, nonché di dirigenti dell’Haras Nationux x gli stalloni. Si può dire che siamo stati tra i primi in Sardegna ad incrociare le fattrici (diciamo sarde) con stalloni francesi e viceversa. Al momento sono presenti in azienda circa quaranta capi tra PSA ( che coprono la quasi totalità dell’allevamento ) ed AA. Il galoppo e’ seguito da Maurizio mentre io mi occupo dell’endurance , e’ naturale che comunque siamo una squadra in tutt’e due le discipline.

Cosa significa avere in scuderia il Campione d’Europa in Carica? E’ cambiata in qualche modo la vita di Grigali?
Grigali ,non è per presunzione, ma possiamo dire che ” è nato campione” .
Lo ha dimostrato già all’età di tre anni, in galoppo, vincendo consecutivamente le prime tre corse e poi in endurance. Il nostro cavallo possiede il 100×100 di gare concluse, non ha mai avuto un’eliminazione.
Riguardo la sua vita non ci sono stati cambiamenti. Quest’anno è’ entrato negli undici anni ma è come se fosse rimasto un puledro: in paddock corre , smontona e gioca anche appena finito l’allenamento .

Quali sono i vostri obbiettivi in endurance per la stagone 2013?
I nostri programmi sono quelli di partecipare alle gare di Campionato Italiano, che ancora dobbiamo pianificare con esattezza.
Ci vogliamo, però, confrontare anche con gare estere e per questo abbiamo programmato alcune gare in Francia.

A breve partirete per la President Cup, la 160 km di Abu Dhabi, in che data si correrà? Come vi state preparando? Porterete un cavallo proprio o vi metteranno un cavallo a disposizione?
La President Cup si correrà il 16/02/13, ma se parteciperemo sarà individualmente.  Il cavallo sarà messo a disposizione da una scuderia di Dubai. Questi tipi di competizioni sono molto impegnative, sia da un punto di vista di preparazione del cavallo sia di viaggio, il nostro lavoro ed il programma di gare in Europa non ci permettono di assentarci più di 4 o 5 giorni dal nostro allevamento.Poter gareggiare con un cavallo del luogo è per noi la formula perfetta.

Maurizio con le fattrici dell'Allevamento del Ma

Maurizio con le fattrici dell’Allevamento del Ma

So che parteciperete anche anche alla President Cup Yunior, in che data? Quindi doppia trasferta, doppia competizione e doppia soddisfazione. Sicuramente un grande impegno. In quale delle due gare pensate che Mara possa esprimersi al meglio?
Parteciperemo il 25/01/13 alla President Cup for Ladies, che è una gara molto particolare in quanto è riservata solo alle donne.
Il 26/01/13 saremo presenti alla President Cup Yunior. In queste due occasioni i cavalli saranno messi a disposizione da Alasayl Stable. Riguardo Mara , sono sicura che farà del suo meglio sia in queste due competizioni sia nella President Cup… nonostante sarà la sua prima 160 km.

Immaginandomi Anna Teresa, Maurizio e Mara alla prese con questa nuova avventura di Abu Dhabi, sotto i colori dell’Italia ma con l’immancabile bandiera della Sardegna, auguro a tutti loro una trasferta costruttiva, all’insegna dello sport e del corretto agonismo.
In bocca al lupo a tutti.

Un personale augurio di un lungo percorso al sito di Freendurance.
Chiara Rosi.

 
ITA - Patente 1GE - SARDEGNA - Under 21
ITA - Patente 1GE - SARDEGNA - Under 21 Mara Feola
Km ultimati: 1722.1

Gare concluse in carriera:

  • 5 DEB
  • 3 CEN A
  • 7 CEN B – CEI *
  • 6 CEI 2*

 

Dati aggiornati al 08/04/2013

Share Button

Articoli correlati:

Intervista a Liviana Maur
La "Ladies Endurance Cup" in Abu Dhabi
4 ciacole con Jonny Scola

Comments are closed.

Copyright Freendurance © - Realizzato da ABWebdesign - Privacy Policy