Associazione Italiana Cavalieri Endurance

Fontainebleau tutto sulla gara in diretta …e altro ancora

27 Marzo

Sono partiti proprio oggi pomeriggio i primi componenti del Team Endurance Fuoriusciti da Bergamo diretti a Fontainebleau. A intraprendere questo lungo viaggio sono il coach della squadra Rino Rossi, i due cavalieri young rider che parteciperanno alla loro prima CEI** Aurora Salvati e Marzo Zonca, accompagnati da un’altra giovane componente del team Sara Del Fabbro, per l’assistenza. Il resto della squadra li raggiungerà domani nel primo pomeriggio. Sarà sicuramente un’esperienza unica ed indimenticabile, auguriamo un grosso in bocca al lupo a tutti. Vi aggiorneremo man mano sull’andamento della gara.
GRANDI FUORIUSCITI!

Rino, Marco, Aurora e Sara in viaggio per Fontainebleau

Rino, Marco, Aurora e Sara in viaggio per Fontainebleau

28 Marzo
Durante la lunga notte di viaggio interrompiamo la marcia alle 2.00 di notte  per far sgranchire un po’ i cavalli; arrivo a Fontainebleau alle 5.00 del mattino, facciamo camminare ancora i cavalli con una temperatura sotto zero. Alle 5,30 fatti i box sistemiamo i cavalli e attrezzatura varia, ore 8.00 gli diamo il fieno e l’avena come al solito. Ora basta non riusciamo più a tenere gli occhi aperti, un paio di ore di sonno e poi si torna per organizzare Paddok e quant’altro. Posto spettacolare, organizzazione inappuntabile, gran bei cavalli… forse un po’ intimoriti!!!

29 Marzo
Ore 16.oo passiamo le visite preliminari, i cavalli stanno bene, Don Pera ha 36 di cuore, Stella 48 (da sindrome da abbandono… imbrancata come al solito con Don Pera).

30 Marzo
Sveglia impostata alle 5.00 del mattino, la partenza è alle ore 8.00

Di seguito allegate le fotografie…

no images were found

 

31 Marzo

Ieri era impossibile pubblicare notizie in diretta, la gara ci ha impegnato allo spasimo e anche se avessi voluto, con il freddo che faceva si sarebbero gelati anche i tasti del computer; 0 gradi alle 6 del mattino e il massimo di tutta la giornata si e’ avuto alle 16.00 con 4 gradi, l’assistenza alla base girava con le coperte dei cavalli addosso e alle 11.00 ha anche cominciato a nevicare.

Si parte Zonca e Salvati viaggiano appaiati per tutto il primo giro a 17 di media (questi gli ordini di scuderia), davanti ci sono dei  missili, in 45 pancia a terra nel giro di pochi secondi siamo ultimi, un po’ intimoriti pensiamo: “oo va beh!! la gara e’ lunga noi facciamo la nostra”. I cavalli sembrano tranquilli, Aurora che viaggia dietro a Zonca alla prima assistenza mi informa che Don Pera ha una forte dissenteria, penso sia una di quelle forme da eccitazione da gara che spesso si manifestano, ma alla fine del primo giro, malgrado, il buon rientro e vedendo che il problema persiste comincia ad accendersi in me un po’ di preoccupazione, sbagliamo un po’ la presentazione al cancello buttando via un minuto abbondante con Don Pera ci si rifa’ al secondo con un rientro in 53 secondi. Stella con Aurora rientra in 7 minuti come da protocollo, la cavalla è forte ma in meno di un anno di allenamento non possiamo pretendere di più (fra qualche altro mese, quando si sara’ fatto il cuore, si sentirà parlare non poco di questa forte cavallina dalle gambe d’acciaio).

Gioco forza si dividono i cavalli e le assistenze, a Marco si chiede di aumentare l’andatura oltre i 18 e ad Aurora s’impongono i 17 anche perché Stella e’ alla sua prima 120. Al secondo giro, come detto, rientriamo in 53 secondi (miglior tempo di rientro di tutti i concorrenti presenti) scaliamo diverse posizioni il cartellino e’ perfetto ma il problema della dissenteria peggiora, proviamo ad abbeverarlo con acqua calda durante il terzo giro… la preoccupazione aumenta, usiamo elettroliti a dosi (sic!) da cavallo per tamponare le perdite intestinali, ma la tegola non devia dalla sua traiettoria e infatti ci cade sulla testa come un fulmine… Non a ciel sereno, presentiamo il cavallo dopo un minuto, cuore 68, fuori subito… cardio 58, rientriamo 71 aritmico… Lo sapevo, lo sapevo, lo sapevo, FUORI !!!!!! Abbiamo considerato ogni cosa ma francamente ancora adesso non so che pensare. Resta Stella, dobbiamo farla finire… Lei, il piccolo treno continua!!! Siamo all’ultimo giro trotto perfetto, metabolico pure, proviamo a chiedergli di più e lei ci sarebbe anche, ma poi Aurora comincia ad assaporare il piacere di portare a termine la gara e tira un po’ i remi in barca, ed è anche giusto così, si toglie pure la soddisfazione di arrivare in volata e battere il concorrente Francese con cui ha fatto l’ultimo giro, visita in circa 6 minuti (tanto per lei è uguale… che vada a 16 o 20 questi sono i suoi rientri, però più chilometri fa più i rientri sono migliori e in più la cavalla denota continui miglioramenti, si è passati da rientri da 18 minuti dell’anno passato agli attuali 6 o 7 e sono convinto ci saranno ulteriori margini di miglioramento) trotto perfetto, metabolico più che accettabile e applauso dei veterinari alle urla di gioia di Auri (così la chiamiamo noi) e di tutta l’assistenza .
Insomma non è andata così male questa gara!!!!! Di sicuro è stato un momento di crescita per tutti i nostri ragazzi e per tutta l’assistenza del team e a parte la mia comprensibile tristezza per l’eliminazione di Don Pera di una cosa ci siam fatti una ragione …

LA FRANCIA E IL SUO ENDURANCE SONO UN ALTRO PIANETA.

 

 

 

 

 

 

 

 

Share Button

Leave a Reply

Copyright Freendurance © - Realizzato da ABWebdesign - Privacy Policy