Associazione Italiana Cavalieri Endurance

Finalmente con Marco Di Paola una speranza per l’endurance

fullsizeoutput_fea

mail inviata da Marco Di Paola a info@freendurance.it

 

 

Buone notizie per il mondo dell’Endurance, per gli amici di Freendurance  ed Elf.

Il 9 gennaio a Milano prima dell’incontro pubblico di Marco Di Paola con i Circoli, i Cavalieri, gli Istruttori, i Giudici, gli Allevatori , i Proprietari e tutti gli appassionati di Equitazione lo stesso ci

vuole incontrare in privato per consolidare il gruppo di lavoro preposto a formare il prossimo Dipartimento Endurance.

In vista dell’incontro ci ha inviato l’e-mail allegata nella quale condivide il nostro progetto e ci invita a collaborare con lui.

La sintesi del nostro programma che segue sarà l’oggetto dell’incontro ,infatti in questo momento è prematuro parlare di nomi ma è fondamentale consolidare gli obiettivi.
– collaborazione con i Centri Ippici che promuovono l’equitazione di campagna in quanto base dell’endurance,

– valorizzazione e tutela dei giovanissimi a partire dagli under 14 con Istruttori Federali a carico della Federazione sui campi gara,

– valorizzazione dell’agonismo di base tramite Campionati Regionali a tappe, minimo 5, in formula open con regolamento unico su tutto il territorio nazionale e regolamentare la selezione dei

binomi per il Trofeo delle Regioni tramite i risultati ottenuti nei singoli Campionati Regionali. Il Trofeo delle Regioni sarà anche Campionato Italiano a squadre ed individuale per le categorie

minori. I Comitati Organizzatori delle tappe dei Campionati Regionali e del Trofeo delle Regioni avranno un contributo economico da parte della Federazione,

– sia per gli  Young-Rider che per i Senior programmazione dell’attività agonistica di 20 binomi selezionati per meriti, mirata agli appuntamenti clou della Nazionale. Detti binomi dovranno

seguire un calendario di gare di avvicinamento al Mondiale, all’Europeo ed ai Ceio con rimborsi spese a carico della Federazione

– gestione della corretta rotazione di Giudici e Veterinari nelle gare Fei e Regionali,

– collaborazione tra Federazione, Allevatori e Proprietari per promuovere ed incentivare l’affidamento di giovani Cavalli a giovani Cavalieri con contributo mensile della Federazione ai Cavalieri

a cui vengono affidati i cavalli.

L’affidamento dovrà essere per 2 anni consecutivi e la Federazione avrà prelazione e/o percentuale sul prezzo di eventuale vendita nei 12 mesi successivi,

– particolare attenzione al benessere animale riducendo i battiti cardiaci ed i tempi di recupero per gare che la commissione veterinaria ed i giudici riterranno rischiose per le alte velocità o

altro,

– visibilità dell’attività della Federazione, nel settore endurance, con pubblicazioni sistematiche su sito ufficiale della Fise, Freendurance ed Elf.
Questi in sintesi sono i punti su cui lavorare per RIPARTIRE! RIPARTIRE affinché certi episodi (vedi Samorin) non si verifichino più e per una faticosa ma importante opera di recupero di

credibilità ed onestà nonché alta sportività che hanno da sempre contraddistinto l’immagine dell’Endurance Nazionale in ambito Internazionale.

Share Button

Articoli correlati:

La "Ladies Endurance Cup" in Abu Dhabi
TECNICI LA SPERANZA DIVENTA REALTA'
Verità sul Sudafrica

Leave a Reply

Copyright Freendurance © - Realizzato da ABWebdesign - Privacy Policy