Associazione Italiana Cavalieri Endurance

Commissione Endurance Partorisce

TRATTO DA FISE.                                                  Il resoconto dei lavori della Commissione Endurance
*
*
*
*
Categoria: Endurance
30 Agosto 2017

La Commissione Endurance, a seguito delle diverse riunioni tra cui l’ultima in data 11 agosto 2017, a cui hanno preso parte anche il consigliere Eleonora Di Giuseppe ed il Direttore Sportivo Discipline non Olimpiche Duccio Bartalucci, ha redatto il documento disponibile in allegato, dove vengono illustrati i numerosi argomenti che riguardano la disciplina, trattati durante le riunioni.

Il testo è stato redatto con lo scopo di informare tutto il comparto sullo stato di avanzamento dei lavori, e riporta una sintesi dei vari temi allo studio della Commissione, e che dovranno diventare operativi nel 2018.

Il presente comunicato è un’esigenza della Commissione Direttiva e Consultiva, infatti i pochi mesi a disposizione e la stagione agonistica già iniziata ci hanno permesso solamente di programmare per l’anno prossimo.
Il comunicato ha lo scopo di informare su ciò che stiamo facendo sintetizzando i vari argomenti allo studio sperando di renderli operativi nel 2018 e qui di seguito riportati.
Premesso che la Commissione Direttiva e Consultiva ha il compito di sovraintendere l’attività del Dipartimento Endurance e pertanto le proposte della Cnug, delle Sottocommissioni e dei Selezionatori devono essere alla stessa (la Commissione Direttiva e Consultiva) preventivamente sottoposte e quindi condivise.
Ciò premesso ci si propone di operare nelle seguenti direzioni:
1) Sviluppare una collaborazione con il Dipartimento di Equitazione di Campagna, base dell’Endurance, organizzando con lo stesso degli incontri di confronto finalizzati a creare delle sinergie/strategie mirate ad avvicinare all’Endurance i praticanti l’Equitazione di Campagna.
Con gli stessi incentivare Manifestazioni Ludico/Addestrative, con parametri e requisiti a basso costo per i Comitati Organizzatori, di avvicinamento alla Disciplina (Gare promozionali).
2) Regolamentare l’ottenimento del Brevetto Endurance, che abilita all’attività agonistica, con un percorso formativo serio che prevederà due livelli di patente A ludica.
Il primo livello (A ludica base) sarà di avviamento all’equitazione e abilita a “montare in sella”, a partecipare a corsi di equitazione di base e alle Gare Promozionali dopo il predetto corso.
Il secondo livello (A ludica) sarà ottenibile con un corso di Equitazione di base e da un esame teorico/pratico da parte dei Centri Affiliati.
La patente A ludica abilita alla partecipazione alle gare Promozionali e Debuttanti.
L’ottenimento del Brevetto Endurance avverrà, oltre che dopo un determinato numero di gare Promozionali e Debuttanti, previo esame teorico/pratico a cura di tecnici esterni al Centro Affiliato di appartenenza.
3) Per la valorizzazione dell’Agonismo di base si predisporrà un Regolamento Nazionale Tipo per i Campionati Regionali che dovranno essere a tappe (minimo 2) in formula open.
I Campionati Regionali saranno selettivi per il Trofeo delle Regioni (per essere selezionati per il Trofeo delle Regioni bisogna aver partecipato almeno ad una tappa dei rispettivi Campionati Regionali) che sarà valido anche come Campionato Italiano a Squadre ed Individuale per le Categorie Minori con la partecipazione a titolo individuale delle Riserve (massimo 3 per categoria).
Per le Categorie CEI***, CEI** e CEIYJ**, fermo restando il Campionato Italiano Assoluto, si ripristinerà la Coppa Italia a tappe (5 tappe i cui 3 migliori risultati saranno valevoli per l’assegnazione dei punteggi con handicap per chi partecipa con più cavalli) con date equamente distribuite in calendario e sul territorio.
In tal senso si è modificato il Regolamento Nazionale per la stesura del Calendario Endurance con una sezione dedicata all’ottimizzazione delle date delle gare Regionali, Nazionali ed Internazionali proposte dai Comitati Organizzatori al fine di evitare concomitanze e/o concentrazione di date.
4) Per le Nazionali Young‐Riders e Senior si prevedrà una programmazione dell’attività agonistica di un determinato numero di binomi, selezionati per meriti, mirata agli eventi clou delle Nazionali.
Detti binomi dovranno seguire un calendario di gare di avvicinamento/preparazione ai Mondiali, agli Europei ed ai CEIO con rimborsi spese, bilancio permettendo, a carico della Federazione.
Tali calendari saranno programmati con i Selezionatori (Angela Origgi e Martina Lui).
5) Per una futura corretta rotazione dei Presidenti di Giuria, dei Presidenti delle Commissioni Veterinarie, dei Delegati Tecnici e dei Chief Steward si sono determinati i compiti della Commissione Nazionale Ufficiali di Gara così composta;
‐ Rosalba Mastrorilli Giudici,
‐ Vito Ricci Veterinari,
‐ Franco Pitti Chief Steward,
‐ Nando Torre Delegati Tecnici.
La Cnug, come sopra rappresentata, previo condivisione con la Commissione Direttiva e Consultiva ha il compito di;
A) Disciplinare e migliorare l’attività e la preparazione tecnica degli Ufficiali di Gara con apposito “Regolamento Giudici di Endurance e iter formativo”, che verrà sottoposto e condiviso con i Referenti Giudici Regionali e sottoposto e deliberato dal Consiglio Federale.
B) Programmare e promuovere, anche attraverso i Comitati Regionali, corsi di aggiornamento, stage e corsi di formazione.
C) Organizzare o autorizzare annualmente sessioni di esami per Giudici e candidati Giudici.
D) Predisporre annualmente gli elenchi nominativi aggiornati degli Ufficiali di Gara in regola con gli aggiornamenti e il tesseramento per l’anno in corso e di quelli non operativi avvisandoli preventivamente.
E) Predisporre annualmente gli elenchi nominativi aggiornati dei Giudici Docenti che verranno individuati tra gli Internazionali e Nazionali operativi con provata esperienza e capacità di far applicare i Regolamenti con saggezza, obiettività, correttezza e fermezza e dotati di carisma che li distingua per moralità, compostezza e imparzialità. Gli elenchi verranno sottoposti e deliberati dal Consiglio Federale.
F) Ogni componente della Cnug e/o della Commissione Direttiva e Consultiva è autorizzato dalla Federazione a recarsi sui campi di gara di Manifestazioni Internazionali e/o di interesse Federale per verificare il corretto svolgimento ed eventualmente relazionare la Federazione su meriti e demeriti degli Ufficiali di Gara e dei Comitati Organizzatori.
G) Approvare e nominare, sottoponendo e condividendo con la Commissione Direttiva e Consultiva, gli Ufficiali di Gara ed in particolare il controllo e l’approvazione dei singoli programmi di gara, delle Giurie e delle Commissioni Veterinarie delle Manifestazioni Internazionali e/o di interesse Federale.
Nella nomina degli ufficiali di gara andrà evitata la consecutività di partecipazione, pertanto tra due partecipazioni dello stesso soggetto devono essersi svolte almeno 2 gare.
Tutti gli Ufficiali di Gara devono obbligatoriamente compilare e sottoscrivere la predisposta dichiarazione di assenza di conflitto di interesse prima dello svolgimento della gara a cui sono chiamati ad officiare ed inviare lo stesso alla Cnug.
Il Presidente di Giuria ed il Presidente della Commissione Veterinaria sono tenuti a redigere verbale circa lo svolgimento della gara e unitamente alle dichiarazioni di cui sopra inviarlo al Dipartimento Endurance e alla Commissione Direttiva e Consultiva.
H) I componenti della Cnug, per il periodo di copertura della loro carica, sono esonerati, pur mantenendo il titolo, dagli aggiornamenti richiesti in quanto nel suddetto periodo non possono officiare a gare Internazionali e/o di interesse Federale.
6) Si prevederà una stretta collaborazione tra Federazione, Allevatori e Proprietari affinché si promuova l’affidamento di Giovani Cavalli a Giovani Cavalieri (Young‐Riders).
In tal senso un primo importante passo è stato fatto, con l’aiuto e l’impegno determinante di Gianluca Assumma, infatti anche i Giovani Cavalli da Endurance rientreranno nel progetto di valorizzazione del Cavallo Italiano, sponsorizzato da Mipaaf e Fise, con modalità e risorse finanziarie molto interessanti che verranno a breve ufficializzate dal Mipaaf stesso.
7) Si prevederanno per le Categorie Minori le seguenti categorie di gare, in linea con la Fei; ‐ Gare Promozionali, 15/20 km, velocità massima 10 km all’ora, età minima cavalli 4 anni,
‐ Gare Debuttanti, 20/35 km, velocità massima 12 km all’ora, età minima cavalli 4 anni,
‐ Gare Cen A, 40/60 km, velocità massima 15 km all’ora, età minima cavalli 5 anni,
‐ Gare Cen B/R 80/90 km, velocità massima 16 km all’ora, età minima cavalli, 6 anni,
‐ Gare Cen B, velocità libera, età minima cavalli 6 anni.
Si prevederà inoltre, nelle gare di regolarità, di eliminare i 2 km all’ora in più di franchigia al punto di controllo intermedio, di eliminare il punto di controllo intermedio pur mantenendo il controllo sul percorso nei punti di possibile taglio (in mancanza del GPS) e di dare maggiore risalto ai tempi di rientro, anziché alla frequenza cardiaca, ai parametri di punteggio ai fini della classifica.
8) In tutte le Gare Regionali, Nazionali ed Internazionali i Veterinari di servizio alla Clinica Veterinaria di Gara sono tenuti, ad esclusione di prestazioni richieste direttamente dai proprietari dei cavalli che ne transitano, a non richiedere onorari per prestazione e ad applicare i prezzi di listino sui farmaci e/o prodotti utilizzati.
Infatti i Veterinari sono già remunerati dai Comitati Organizzatori per la prestazione svolta.
Molti altri sono gli argomenti da affrontare e nella imminente revisione del Regolamento Endurance si spera di riuscire ad affrontarli tutti con l’auspicio di valorizzare ed incrementare la “nostra” affascinante disciplina.

Share Button

Articoli correlati:

Sardegna Endurance lifestyle 2013
Ci si riprova
Bah!!! Di male in peggio

Leave a Reply

Copyright Freendurance © - Realizzato da ABWebdesign - Privacy Policy